Associazione Culturale e Teatrale I RETROSCENA - via Gabriele D'Annunzio 8/2, 10078 Venaria Reale

ARGOMENTO: rappresentazione di brevi scene teatrali itineranti dislocate in punti diversi del centro storico (principalmente Via Mensa, la strada che costeggia il fiume Ceronda, e la Piazza della Reggia), tese a rievocare tradizioni usi e costumi di una delle attività peculiari del passato e tipicamente femminile: quella delle lavandaie. Il periodo preso a riferimento è quello di inizio novecento. Nonostante Venaria Reale non abbia una tradizione storica così marcata rispetto a questo mestiere, esistono comunque documenti e testimonianze sulle lavandaie intente a lavare i panni sulle sponde della Ceronda. Immaginando di assistere alle chiacchiere e ai racconti di queste donne che, frequentando molte case e molte persone finivano inevitabilmente con l’essere depositarie dei segreti di tutto il paese, vengono messi in scena episodi curiosi e divertenti legati alla vita e alle vicende sentimentali del popolo e dei nobili dell’epoca. L’intento, oltre all’intrattenimento e al divertimento, è quello di condurre il pubblico ai luoghi in cui sul territorio comunale veniva svolta questa attività e di ricostruire, attraverso canti popolari, costumi caratteristici, utensili, oggetti, strumenti peculiari, strategie e antichi metodi di pulitura della biancheria, i tratti tipici di questo antico mestiere spazzato via dall’avvento delle lavatrici. Tutto ciò grazie ad una accurata ricerca storica realizzata dell’Associazione.

 

TRAMA: l’episodio che da origine alla rappresentazione teatrale è la misteriosa sparizione di un prezioso corredo, patrimonio faticosamente accumulato per le nozze della figlia di un nobile signore. Sembrerebbe un furto, ma se così fosse quale potrebbe essere il motivo alla base di questa sottrazione? Su chi si concentrano i sospetti? Come fare per recuperarlo? Intorno a questo fatto si dipanano tutta una serie di vicende divertenti che porteranno alla soluzione dell’enigma.

 

DISLOCAZIONE DELLE DIVERSE SCENE:

Punto 1: via Mensa angolo ponte sul fiume Ceronda: inizio, scena teatrale;

Punto 2: strada sterrata che va verso il fiume: sulla sponda del fiume, le lavandaie (figuranti in costume) cantano, chiacchierano, lavano e stendono i panni;

Punto 3: strada sterrata vicino alle case: scena teatrale;

Punto 4: a metà della strada sterrata che costeggia il fiume: scena teatrale;

Punto 5: al fondo della strada sterrata, all’angolo con il ponte che porta verso le Valli di Lanzo: alcuni nobili dell’epoca (figuranti in costume) chiacchierano, commentando i fatti accaduti, mentre mangiano seduti sul prato;

Punto 6: strada verso la Reggia, nei pressi dell’albergo: scena teatrale

Punto 7: Piazza della Reggia: scena teatrale conclusiva

La Bella Lavandaia

Regia

Marco Perazzolo

Testi

Monica Vietti,
Marco Perazzolo

Prologo

Marco Perazzolo, Domenico Messina, Simone Russo

Interpreti

Anna Ferlin, Ivan Tosco, Andrea Di Maggio, Luca Martino, Paolo Arsento, Andrea Abati, Davide Del Buono, Daniela Colombo, Diana Libergoliza, Marco Boretto, Alberto Bizzarri, Luca Buggio, Alessandro Marino, Marta Zotti, Marco Stefano, Oriana Fois, Sara Alessandra Sottile, Paola Fantone, Enrico Alliana, Diego Garzino, Mariagrazia Lacitignola, Giorgio Zangirolami, Paolo Gho, Fabrizio Demaria, Emiliano Bono, Giampaolo Culla, Caterina Lapenta, Chiara Fiorio

Daniela Fenoglio, Mauro Mana, Piera Dematteis, Rossella Brescia, Francesco Di Paola, Dario Alliana

Accompagnatori

Rosella Remondino, Antonio Petrucci, Antonella Mussa, Stefania Rovero, Massimo Bronzino, Claudio Appendino, Roberto Girardi, Vincenzo Manicchia, Paola Farina, Fulvio Chialando, Paolo Vailati, Daniela Alberti, Marilena Silvestro, Gisella Provenzano, Enrico Cat Berro, Enzo Paparella, Bruno Boaga, Alex Iannazzo,Jack Turreno

Comparse

Isabella Manicchia, Anna Appendino

Alessandro Demaria, L’isola Che C’e’:

I Ragazzi Delle Superiori, Giuseppe Remondino, Chiara Dannusso, Elisa Mabrito, Massimo Costa, Valter Gentile, Giacomo Bonaventura

Organizzazione ricerche storiche

Monica Vietti

Musicisti

Massimiliano Marino, Sergio Appendino

Direzione Tecnica

Donato Terrameo

Tecnico

Enrico Di Capua

spettacolo itinerante

 indietro

<