Associazione Culturale e Teatrale I RETROSCENA - via Gabriele D'Annunzio 8/2, 10078 Venaria Reale

ARGOMENTO: La campagna di Russia. Una pagina di storia trascurata e presto dimenticata che andrebbe raccontata ai giovani.

Un percorso in bilico tra musica e teatro. Attraverso la voce e i racconti di un alpino che l’ha vissuta viene ripercorsa, in modo intenso ma con ampi spazi di ironia un po’ malinconica, una delle pagine più tragiche delle forze armate italiane: la sconfitta in Russia che fu anche la sconfitta del regime fascista, della sua gestione della politica estera e militare. Il racconto tralasciando gli aspetti  bellici, si  addentra nelle vicende di quei giovani soldati ,che ignari del loro destino, furono inviati allo sbando a combattere in condizioni proibitive. Molti di loro, una volta tornati, fecero la scelta di entrare nelle formazioni partigiane.

 

TRAMA: Ispirata al libro “La guerra dei poveri” di Nuto Revelli, questa rappresentazione teatrale ripercorre l’eccezionale esperienza di guerra di un alpino del battaglione Tirano del 5° Alpini, divisione Tridentina, dalle rive del Don alle retrovie, fino alla sua adesione al movimento della Resistenza.

Episodi di vita di un battaglione sospeso tra la vita e la morte, formato da uomini stanchi, affamati, distrutti dalla fatica, ma aggrappati alla speranza del ritorno.

Ci si potrebbe chiedere se vale ancora la pena rivisitare avvenimenti come questi che, ormai, appartengono al passato.

Noi riteniamo che il ricordo del passato costituisca un segno di rispetto per tutti i giovani che sono morti e per coloro che, tornati a casa, hanno portato con sé i segni della tragedia di cui si sono trovati ad essere testimoni e protagonisti.

Ricordare e raccontare il fronte Russo

Una generazione sciolta nella neve

Regia

Marco Perazzolo

Adattamento Testi

Monica Vietti

Musiche originali

De Marchi e Gugliermetti

Voce

Marco Perazzolo

teatro di prosa

 indietro

<