Associazione Culturale e Teatrale I RETROSCENA - via Gabriele D'Annunzio 8/2, 10078 Venaria Reale

Artemisia Gentileschi, una donna e una pittrice unica, un’artista sotto accusa, capace di ribellarsi ai soprusi di un sistema maschilista radicato nel suo tempo, a cavallo tra Cinquecento e Seicento. Lo stupro subito da giovanissima e il processo intentato dal padre Orazio al pittore e amico Agostino Tassi rappresentano il fil rouge della rappresentazione e lo snodo esistenziale di Artemisia.

 

Lo spettacolo, attraverso una serie di quadri teatrali, ripercorre le fasi cruciali della sua vita, legando la ricostruzione degli eventi all’analisi delle sue opere più importanti, ognuna delle quali appartenente ad un preciso momento storico e ad una specifica città, meta di Artemisia in quella particolare fase della sua esistenza.

 

Ne emerge il ritratto dettagliato di una figura complessa, diventata nei secoli successivi un simbolo del femminismo europeo.

 

Una serie di opere proiettate con tecniche video innovative scorrono sullo sfondo,  evocando scenograficamente parole e protagonisti della vicenda, mescolandosi ad una narrazione che puntualizza e descrive caratteristiche e peculiarità appartenenti al patrimonio artistico di questa grande pittrice, prima donna ad essere ammessa all’Accademia del disegno di Firenze, amica di importanti personaggi storici e di grandi artisti del suo tempo.

Artemisia
Violata

Regia

Marco Perazzolo

Ricerca e Adattamento testi

Monica Vietti,
Marco Perazzolo

Interpreti

Diana Libergoliza, Paolo Gho,

Chiara Giovara, Rossella Lucco,

Paolo Arsento, Corrado Rubino

Mapping Video

Ivano Voghera, Massimo Leo

Effetti video

Paolo Gho

teatro di prosa

 indietro

<